top of page

Ciao Carla, partigiana "Tigre"

Ci ha lasciati la partigiana Carla Dappiano "Tigre", presidente onoraria della sezione Anpi V Riunite di Torino ed ultima loro partigiana ancora vivente. 

Era nata a Crescentino (VC) nel 1929. Rimase orfana di padre da piccola e seguì le orme dell'impegno politico di suo nonno, militante della Lega dei Braccianti. A Torino lavorò alla Westinghouse fino a quando un bombardamento ne bloccò la produzione. 

Venne così a contatto con i Gruppi di difesa della Donna guidati da Cornelia Benissone "Vittoria", dando il suo contributo nonostante la giovane età. Tornata al paese entrò a far parte della 42a brigata autonoma "Vittorio Lusani" del comandante Giuseppe Rossetti, con il ruolo di staffetta.  

Al termine della guerra lavorò come mondina nelle risaie vercellesi per alcuni anni e successivamente si trasferì nuovamente a Torino dove trovò lavoro come operaia presso la Paracchi, azienda che produceva tappeti e tessuti. Venne tuttavia licenziata per il suo impegno politico e sindacale, con il PCI e la CGIL, che condivise con il marito Pierino Frasca, che ricoprì anche il ruolo di segretario della Camera del Lavoro di Torino. 

Ha continuato il suo impegno civico fino all'ultimo, attiva nello SPI e con l'Auser, oltre che come testimone in numerosi interventi nelle scuole della sua esperienza nella Resistenza, sempre pronta a combattere le ingiustizie e stare dalla parte degli ultimi. 

Continueremo ad ispirarci al tuo esempio, come a quello di tutti coloro che hanno combattuto per darci la libertà, per cercare di costruire un mondo migliore e più giusto. 


La sua testimonianza è stata raccolta in diverse pubblicazioni ed è visionabile anche nel portale Noi Partigiani. 

 


224 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

bottom of page